Gravina in Puglia

Comments (0) I Comuni

brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia

NR ABITANTI E COLLOCAZIONE GEOGRAFICA
Nome: Gravina in Puglia
Abitanti: 44 185 (dicembre 2013)
Superficie: 384,73 km²
Altitudine: 385 m s.l.m.
Coordinate: 40°49′14″N 16°25′24″E

BREVE INTRODUZIONE/CENNI STORICI
Gravina vanta una storia antichissima. La posizione geografica, la ricchezza del territorio e la disponibilità di acqua del torrente Gravina, hanno certamente favorito la presenza dell’uomo che viveva in perfetta simbiosi con l’ecosistema. Conosciuta in periodo ellenico col nome di Sidinon e poi Silvium sotto i Romani, Gravina conobbe un’epoca floridissima a partire dal periodo normanno, poi con Federico II di Svevia fino al Ducato degli Orsini che si prolungò per tutta l’età moderna: qui ebbe i natali anche il futuro Papa Benedetto XIII. Gravina è oggi una città ricca di storia e cultura, situata al centro del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, la città vanta una vasta area archeologica, Botromagno, e l’area rupestre della Gravina, che potrebbe valerle l’ingresso nei siti patrimonio Unesco, insieme alla vicina Matera. Importante il settore enogastronomico con un paniere che abbonda in prelibatezze. Per lo storico Nardone “uno dei luoghi di eccellenza in provincia, a riguardo dei prodotti della terra”.

LE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE:

formaggio_prodottiFORMAGGIO “PALLONE”
cardoncellofungo_prodottiFUNGO CARDONCELLO
sassanello_prodottiSASSANELLO GRAVINESE

FORMAGGIO “PALLONE”
il Pallone di Gravina è un formaggio semiduro a pasta cruda filata, prodotto con latte bovino crudo. Originario dell’area di Gravina da cui prende il nome, nel 2010 è stato riconosciuto Prodotto Tradizionale regionale (P.A.T.) e nel 2012 è diventato Presidio Slow Food. Può essere consumato fresco, già dopo appena 20 giorni dalla sua produzione, ma è soprattutto apprezzato se stagionato almeno tre/quattro mesi. La stagionatura gli permette di acquisire maggiore piccantezza e pregio.

FUNGO CARDONCELLO:
di colore scuro, carnoso, sodo e dall’inconfondibile sapore, il fungo cardoncello (Pleurotus eryngii) trova il suo habitat ideale nei terreni poveri dell’Alta Murgia. Ricco di proprietà nutritive, il cardoncello ha una particolare consistenza che rimane invariata anche dopo la cottura, mantenendo inalterate le sue doti organolettiche ed esaltando gli ingredienti in associazione.

SASSANELLO GRAVINESE:
(sasanìdde): dolce casereccio dalla forma tondeggiante di colore scuro a consistenza soffice, è a base di farina, zucchero, vincotto di fichi, buccia di arancia grattugiata, cannella, chiodi di garofano e cacao. Dal 2012 è stato riconosciuto Prodotto Tradizionale regionale (P.A.T.).

VINO DI GRAVINA DOC:
il Gravina bianco è un vino dal colore paglierino tendente al verdolino, odore caratteristico e gradevole, sapore secco o amabile, fresco, sapido, armonico, delicato, talvolta un po’ vivace. La versione Spumante si presenta di colore giallo paglierino con riflessi verdolini, cristallino, con bollicine abbastanza fini, numerose e abbastanza persistenti. Il sapore è secco, fresco, sapido, debole di corpo, abbastanza equilibrato, con una gradevole e delicata sensazione finale amarognola.

LE BUONE PRASSI
Amari e Rosoli (liquorereria artigiana)
Cantine Botromagno
Cantine Colli della Murgia (agricoltura biologica)
Micotec (prodruttrice di substrato per funghi cardoncelli)
Associazione Murgiamadre – food, culture, territory (valorizzazione territoriale e promozione produzioni autoctone)

EVENTI IN PRIMO PIANO

Fiera di San Giorgio, si svolge tra il 20 e 25 aprile di ogni anno, l’edizione del 2015 sarà la 721°.

San Michele delle Grotte, si svolge l’8 maggio presso la straordinaria chiesa rupestre di San Michele, composta dalla volta, formata da una sola pietra, sorretta da 14 pilastri naturali di forma quadrangolare, che dividono la chiesa in cinque navate.

Ss. Crocifisso, tra le più antiche feste della città, si svolge l’ultima domenica di maggio o la prima domenica di giugno celebrando la tradizionale benedizione dei campi, pronti per la mietitura.

Raduno internazionale dei Cortei Storici medievali, ormai alla sua 13° edizione nel 2015, si svolge a metà settembre di ogni anno.

San Michele Arcangelo, festa patronale che si celebra il 28, 29 (giorno del patrono) e 30 settembre.

Santa Lucia, si svolge il 13 dicembre e solo in tale occasione viene aperta la chiesa, sita nel vecchio rione Piaggio.

Sagra del Fungo Cardoncello, si svolge intorno alla metà di ottobre.

img_chiusura

Condividi su:
Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Comments are closed.