Cassano delle Murge

Comments (0) I Comuni

brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia
brochure nuova cuore della puglia

NR ABITANTI E COLLOCAZIONE GEOGRAFICA
• Abitanti 14.000
• Coordinate geografiche Latitudine 40.883333 Nord/ Longitudine 16.766667 Est
• Coordinate geografiche nel formato DMS Latitudine (Gradi, Minuti e Secondi) 40° 53′ 00″ Nord/Longitudine (Gradi, Minuti e Secondi) 16° 46′ 00″ Est
• Sito istituzionale: www.comune.cassanodellemurge.ba.it

BREVE INTRODUZIONE/CENNI STORICI
Cassano è la “porta di ingresso” nel Parco Nazionale Rurale dell’Alta Murgia. E’ da qui che inizia il viaggio alla scoperta di un’area protetta assolutamente unica. Un luogo dove l’azione della natura si mescola e convive con quella millenaria dell’uomo. Emblematica, insieme a tutta l’architettura del mondo agropastorale (fatta di masserie, jazzi, pagliari, muretti a secco, ecc.), è la presenza di una delle più importanti colonie al mondo di falco grillaio, un rapace che nidifica sui tetti del centro storico, realizzando uno straordinario connubio tra natura e architettura. Cassano è meta privilegiata per ogni tipo di attività outdoor grazie alla aria fine della Foresta Mercadante, alle querce del Bosco di Mesola e ad un territorio vasto, punteggiato in primavera da straordinarie orchidee e ricco di grotte, a causa della sua natura carsica. Oliveti, mandorleti, vigneti e allevamenti ovini e bovini di pregio contribuiscono ad una gastronomia fatta di sapori genuini che rimandano alla vera tradizione contadina, protagonista della ricchissima offerta delle tante aziende agrituristiche della zona.

LE ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE:

cecenero_prodottiCECE NERO
cicerchia_prodottiCICERCHIA
lampascioni_prodottiLAMPASCIONE

CECE NERO
Duro come la nostra terra, rustico ed essenziale, questo cece è una antica leguminosa originaria della sola Cassano, una prelibata tipicità custodita nel tempo dai nostri contadini, tornata ad essere coltivata dopo un paziente lavoro di ricerca. Il suo consumo è legato ad antiche tradizioni. In passato le famiglie contadine utilizzavano questo legume per sopperire alla carenza di proteine animali, quando la povertà rendeva molto raro il consumo di carni. Un sapore vellutato, riscoperto oggi da chef e gastronomi, che fa anche bene alla salute: studi hanno dimostrato la sue proprietà anti-colesterolo.

CICERCHIA
La cicerchia, minuta e spigolosa, è un legume autoctono della nostra terra. Caparbia come la nostra gente: è capace di crescere su terreni poveri e in condizioni difficili e di resistere alla siccità e alle basse temperature. Un prodotto che ha “combattuto” per non essere estromesso dall’alimentazione della popolazione murgiana. Alimento tipico in passato per contadini e pastori – per le sue qualità nutrizionali era considerato il cibo ideale per chi doveva affrontare dure giornate di lavoro – oggi è al centro della riscoperta dei valori della cucina tradizionale.

LAMPASCIONE
I prodotti spontanei della terra sono il fondamento della cucina contadina. Presente ovunque sulla Murgia – come la cicoriella, il finocchietto selvatico, l’asparago, il fungo cardoncello – il lampascione è l’oggetto del desiderio di un popolo di raccoglitori, alle prese con il “rito” della sua ricerca nelle campagne, occasione, nelle lunghe camminate nei campi, anche per la continua riscoperta della straordinaria biodiversità della nostra terra. Dal sapore gradevolmente amarognolo, una volta lessato, viene mangiato con condimento di olio e pepe oppure usato come contorno della carne di coniglio, agnello o capretto al forno. Immancabile nei menù e nelle ricette dei piatti murgiani delle nostre migliori aziende agrituristiche.

EVENTI IN PRIMO PIANO

• Festa Patronale in onore di “Maria SS. degli Angeli”
Quattro giorni di festa ad agosto in onore di “Maria SS. degli Angeli”, la patrona della città che si venera nella millenaria grotta naturale dell’omonimo Santuario. Ore di religiosità e devozione, di riti che si tramandano di generazione in generazione, che si concludono sempre con lo spettacolo dei fuochi pirotecnici.

• “Sagra della Focaccia”
Ad agosto, piazza Aldo Moro, cuore del borgo antico, da quasi quaranta anni, è lo scenario perfetto per questa sagra cassanese, realizzata grazie alla partecipazione dei panificatori del paese, che come ogni anno si riuniscono per portare avanti questa tradizione che rende onore ad un alimento “povero” – un impasto di farina, acqua, lievito e sale e l’aggiunta di pomodoro – ma ricco di gusto e sapore.

• “Profumi e sapori d’autunno”
Ad ottobre le vie del centro storico si riempiono dei colori e dei sapori dell’autunno. Nella “Cassano vecchia” è possibile scoprire e assaggiare tutti i prodotti tipici della nostra terra: vini olii, formaggi, carni, salumi, dolci e le immancabili caldarroste che annunciano l’inizio della stagione fredda.

• Pane e Olio in Frantoio
Manifestazione organizzata dal Comune di Cassano delle Murge – uno dei soci storici dell’associazione “Città dell’Olio” – dedicata ai prodotti che sono il simbolo dell’agricoltura e della tradizione gastronomica pugliese. L’evento dedicato alla vita contadina si propone ogni anno di valorizzare il patrimonio olivicolo locale e la produzione di pane tradizionale, coinvolgendo, con una serie di importanti iniziative, bambini, ragazzi ed adulti in un periodo, il mese di novembre, in cui le campagne e i frantoi brulicano di vita, di profumi, di sapori e di attese e speranze per il nuovo raccolto.

• Festa della Birra
Non solo vino. Cassano ha un rapporto tutto particolare con la birra. Merito dell’iniziativa privata che oltre vent’anni fa ha portato in questo piccolo paese murgiano la cultura brassicola, che oggi sprizza l’occhio al fenomeno della birra artigianale. In estate, a partire da luglio e per oltre un mese, si svolge una grande manifestazione dedicata alla bevanda più antica della storia dell’uomo, che per l’occasione si unisce splendidamente ai sapori murgiani, in un clima di grande festa, allietata da tanta musica e spettacoli. Ma anche nel corso dell’anno è possibile degustare birre di assoluto pregio, prodotte anche sul territorio.

img_chiusura

Condividi su:
Share on LinkedInShare on Google+Share on FacebookTweet about this on Twitter

Comments are closed.